• Google Art Project
  • Facebook
  • YouTube
  • Flickr
  • Trip advisor
  • Twitter
  • Followgram
  • Pinterest

Alberto Maso Gilli

Chieri 1840-Calvi dell'Umbria 1894

Alberto Maso Gilli si formò all'Accademia Albertina di Torino, allievo di Enrico Gamba e Andrea Gastaldi. Si dedicò alla pittura di storia, partecipando a partire dal 1860 alle esposizioni della Società Promotrice di Belle Arti. Il maggiore successo doveva però venirgli dall’attività di incisore, in particolare di acquafortista: con tale ruolo collaborò a “L’Arte in Italia” e a “L’Art”, giornale di Parigi dove si trasferì nel 1873; qui, nel 1878, vinse il primo premio in Incisione all’Esposizione Internazionale.  Nel 1881 rientrò a Torino, chiamato alla cattedra di disegno dell'Accademia Albertina e, alla morte di Federico Pastoris, gli succedette quale Soprintendente alle Scuole di disegno di Torino. Legato da amicizia a Vittorio Avondo, collaborò con lui al riarredo del castello di Issogne; per l'Esposizione generale del 1884 partecipò ai lavori della Commissione che curò la realizzazione del Borgo Medievale, occupandosi del disegno di mobili ed arredi per la Rocca.  Scrisse la premessa al Catalogo ufficiale della Sezione Storia dell'Arte, in cui illustrò le motivazione culturali e i criteri costruttivi utilizzati dagli ideatori del Borgo Medioevale, e si occupò dell'organizzazione di conferenze e rappresentazioni teatrali. L’anno successivo Gilli si trasferì a Roma, nominato Direttore della Regia Calcografia, dove promosse la nascita di una scuola di incisione e favorì la riproduzione a stampa di opere d’arte contemporanea.