• Google Art Project
  • Facebook
  • YouTube
  • Flickr
  • Trip advisor
  • Twitter
  • Followgram
  • Pinterest

Casimiro Teja

Torino 1830-1897

Casimiro Teja studiò all'Accademia Albertina di Torino e si rese ben presto noto come caricaturista, collaborando alla rivista liberale Il fischietto.

Nel 1856 entrò al Pasquino, il più importante giornale satirico italiano fondato da Giuseppe Augusto Cesana e da Giovanni Piacentini, per diventarne tre anni più tardi il direttore. La sua satira colpiva i politici, ma anche medici e professionisti, giornalisti: i suoi disegni ricordano quelli dei francesi Cham, collaboratore del Charivari durante il Secondo Impero, e di Paul Gavarni, caricaturista e illustratore, ma si distinguono per la varietà e la bizzarria delle invenzioni con le quali commentava argutamente i principali avvenimenti politici italiani e stranieri, le usanze letterarie, i costumi del pubblico.
Nel 1884, nell'ambito della Sezione d'Arte Antica dell'Esposizione generale, fece parte della sottocommissione incaricata di occuparsi degli spettacoli e dei festeggiamenti per l'inaugurazione.