• Google Art Project
  • Facebook
  • YouTube
  • Flickr
  • Trip advisor
  • Twitter
  • Followgram
  • Pinterest

Issogne

Castello

Il castello di Issogne sorge nell'omonimo paesino situato a pochi chilometri dal confine con il Piemonte. L'area occupata dal maniero risulta abitata fin dall'epoca romana ma assunse il suo attuale aspetto quando nel XIV secolo divenne proprietà degli Challant. Sotto questa importante famiglia, l'edificio divenne una elegante dimora, anche grazie agli interventi voluti da Ibleto all'inizio del Quattrocento e da Giorgio alla fine del secolo XV. L'interno del castello riserva ai suoi visitatori insospettati tesori: il cortile con le rappresentazioni araldiche e la fontana del melograno, il porticato con i rari affreschi tardogotici di soggetto profano, la cappella con il maestoso polittico, la "sala del re di Francia", l'impressionante decorazione della "sala di giustizia". Acquistato da Vittorio Avondo alla fine dell'Ottocento, il castello di Issogne ritornò al suo antico splendore grazie a un filologico riallestimento sul quale si basa il percorso di visita odierno.
La Cucina dei signori, l'Antisala baronale e la Camera da letto della Rocca del Borgo Medioevale di Torino imitano e riproducono, rispettivamente, la cucina, decorazioni e motivi delle sale e la camera del Re di Francia del castello di Issogne. Inoltre, dal 1911, nella grande piazza antistante la Rocca si trova la Fontana del Melograno, copia di quella presente ad Issogne.