• Google Art Project
  • Facebook
  • YouTube
  • Flickr
  • Trip advisor
  • Twitter
  • Followgram
  • Pinterest

Le mie creazioni. Atelier per adulti.

09/10/2011 - 08/10/2011

Ore 15.00 -17.00

La carta decorata è  essenziale per preparare pacchetti regalo, biglietti d’auguri o per foderare un libro a cui teniamo: essa deve essere bella e raffinata, per riflettere  anche il nostro gusto. La tecnica della carta decorata è stata usata nella rilegatoria da tempo immemorabile: la sua origine porta al lontano Oriente, dove, secondo la leggenda, nel Giappone nel XII secolo un membro della famiglia Hiroba avrebbe avuto come ricompensa per la sua devozione al dio Kesuba il segreto della fabbricazione della carta marmorizzata. Per lungo tempo questa famiglia detenne l’esclusiva della produzione, che solo nel XVI secolo fu liberalizzata e rinnovata con  nuovi accorgimenti tecnici, come l’ampliamento della gamma di colori impiegati. Attraverso la Via della Seta questo tipo di fabbricazione giunse in Persia, e da qui in Turchia e infine in Europa. La prima produzione a livello industriale inizia a fine Seicento in Germania, diffondendosi in seguito nel resto d’Europa. La carta è utilizzata non più solo come supporto per scrivere, bensì come foglio di guardi dei libri. Il repertorio decorativo, che spazia dai disegni geometrici o zoomorfi a quelli floreali arabescati, aveva un preciso significato simbolico nell’area orientale. Nel mondo occidentale invece i motivi figurativi perdono questa valenza, e vengono riproposti  per l’effetto estetico e visivo che ne deriva. Un’ altra tipologia è quella detta delle carte a colla, procedimento antico diffuso in Europa tra Cinque e Seicento. Queste carte, realizzate in grande quantità in diverse città italiane e tedesche, sono contraddistinte da un uso limitato della gamma dei colori.   L’atelier si aprirà con una breve spiegazione di Vittorio Cerrato, artigiano della Stamperia artistica al Borgo Medievale, che tratterà della tecnica della carta decorata. Nel corso dell’attività il mastro cartaio presenterà carte marmorizzate e carte a colla: spugnate, spruzzate e tirate, realizzate con colla di amido e pigmenti. Alla parte teorica ne seguirà una pratica, durante la quale i partecipanti avranno modo di sperimentare le tecniche realizzando alcuni esemplari unici, che rimarranno a ricordo dell’atelier.
Informazioni e prenotazioni: 0114431710-12
Durata: 2 ore
Costo: Euro 18, con Tessera Musei: Euro 15

Prossimo incontro
Le mie creazioni: fili di rame
Sabato 12 novembre ore 15.00
Mastro Corradin,  fabbro della Bottega del ferro battuto, farà sperimentare la lavorazione del metallo secondo procedimenti tradizionali. In particolare, i partecipanti daranno forma al filo di rame usando le tecniche della modellatura, della saldatura e della forgiatura, per la realizzazione di gioielli e piccoli oggetti.

INFO
Servizi Educativi: 011/443.17.10 /12 (lunedì- venerdì dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00) mail: borgodidattica@fondazionetorinomusei.it
www.borgomedievaletorino.it