• Google Art Project
  • Facebook
  • YouTube
  • Flickr
  • Trip advisor
  • Twitter
  • Followgram
  • Pinterest

Cucina

La cucina del castello provvede i pasti per un gran numero di persone: i signori e i loro invitati, ma anche i soldati e la servitù. Assai ampia, è divisa in due parti: la prima, dove si cucina per i servi, funge da dispensa, con l’appiccatoio per la selvaggina, i barili di carne salata, le forme di formaggio, la stia per il pollame. Nella seconda, separata da una cancellata lignea, si cucina per i signori, con grandi spiedi nei camini, vasellami raffinati, spezie e alimenti rari. Tra le due aree si trova un pozzo, dove attingere direttamente l’acqua per lavare e cucinare e per servizio di tutto il castello. L’ambiente, coperto da alte volte a crociera, è copiato dalle cucine quattrocentesche del castello di Issogne, dei signori di Challant.